Buongiorno e bentornati ad un nuovo articolo! Oggi vi propongo tag simpatico che ho trovato in giro e di cui mi sono innamorata subito, e cioè il Coffee Book Tag. Come dice il nome stesso, bisogna affiancare un libro ad una particolare miscela di caffè. Oggi fa caldo, io sono seduta su una sedia di finta pelle con dei pantaloncini corti, quindi cominciamo prima che lasci tre strati di epidermide lì!


Caffè Nero

Una serie difficile da iniziare ma con fans sfegatati

Senza alcun ombra di dubbio “Game Of Thrones”, sia come libro che come serie tv. Una trama complessa, ricca di personaggi, di luoghi, di sottotrame, di complotti. Un clima medievale ricco di sangue e morte, ed un sacco di fans ad adorarlo. Io ho iniziato a seguire la serie quando in America veniva trasmessa la terza stagione, ed ho recuperato le precedenti in soli 4 giorni.


Mocha Alla Menta

Un libro che diventa più popolare durante l’inverno o i periodi di festa

A questa domanda non so bene come rispondere, poiché l’unico libro che mi viene in mente è: “A Christmas Carol” di Charles Dickens, anche se io l’ho letto in estate… Non sono una persona che legge i libri in base al periodo. Più facile sarebbe parlare dei film di Natale, quelli trasmessi tutti gli anni, che si conoscono a memoria, ma che portano tanta nostalgica gioia.

Cioccolata Calda

Il tuo libro per bambini preferito

Aspettate un momento. So che non è un libro da bambini, ma, il libro che più mi ricorda la mia infanzia è: “Il Barone Rampante” di Italo Calvino, perché me lo leggevano quando ero piccola. Un libro che forse da piccola non comprendevo bene, ma di cui rimanevo affascinata e stupita, diciamo che volevo vivere come Cosimo.

Doppio Espresso

Un libro che ti ha tenuto incollato alle pagine dall’inizio alla fine

Domanda difficile. Ce ne sono tanti, ma uno fra i più recenti è: “I poeti morti non scrivono scrivono gialli” di Björn Larsson. Un giallo che parla dell’uccisione di un poeta. Una trama ben costruita su amore ed ossessione che ha come sfondo un porto svedese. Un bel connubio di prosa e poesia, perfettamente mischiati senza che l’uno sovrasti l’altro.

Starbucks

Un libro che vedi ovunque

Nell’ultimo periodo, tralasciando After e altri libri del genere, trovo ovunque “L’Arte di essere fragili” di Alessandro D’Avenia. Un libro molto bello, strutturato come se fossero delle lettere fra l’autore e Giacomo Leopardi. Un viaggio alla scoperta del poeta, visto in una luce diversa dal solito pessimista chiuso in casa.

OPS! Per sbaglio ho preso un Decaffeinato!

Un libro dal quale ti aspettavi di più

Da grande fan di Paolo Giordano, non posso far altro che inserire ” Il Nero e l’Argento”. Un libro dal bel finale, indubbiamente, ma che non ha nulla che fare con la bellezza dei suoi primi due libri. Più della metà del libro risulta noiosa ed un pò piatta, alle volte anche pesante. Un libro che si finisce per non lasciarlo in sospeso, ma che non lascia un segno.

Quella Miscela Perfetta

Un libro o una serie che è stata sia amara che dolce, ma alla fine soddisfacente

“Lettera ad un bambino mai nato” di Oriana Fallaci. Un libro duro, che racconta una grande verità, ma anche teneramente dolce. Un libro che parla di un’emozione molto forte e che fa conoscere un dolore altrettanto sprezzante!
Eccoci arrivati alla fine del tag! Spero vi sia piaciuto come è piaciuto a me farlo. Nel frattempo che scrivevo mi sono sposata di sedia, quindi, dall’idea di un breve tag botta e risposta si è trasformato in un tag con riposte lunghe ed esaustive, molto più lungo di quello che avrei sperato, ma che ci posso fare se sono logorroica? 
Come al solito ho parlato troppo, quindi vi lascio. 

Alla prossima,

Sempre vostra,

Lea❤️.

Annunci