Off-Topic, Recensioni

Vacanze Londinesi

Quest’estate in vacanza sono stata a Londra per una settimana e, credendo che possa interessare le persone che come me vorranno andarci per fare una vacanza, ho pensato di scrivere un articolo di riferimento sugli aspetti generali di questa grande capitale.Io sono stata a Londra verso metà luglio per appunto una settimana. Ho volato da Milano Linate fino a London Heathrow con Alitalia. Il volo dura circa 2h e mezza. La prima cosa che si nota fin dall’aereo è la grandezza della città, imparagonabile a nessuna città italiana. Io ho passato la dogana con la carta di identità.


Un altro fattore importante da considerare è il clima. Lì non è mai estate. Appena atterrata io sono passata dai 35° italiani ai 15° londinesi (e non vi dico come avevo la cervicale tra lo sbalzo climatico e l’aria pressurizzata dell’aereo).
 Oltre a questo, il clima è molto mutevole e spesso sono presenti acquazzoni anche abbastanza forti ma comunque di breve durata (i londinesi li definiscono “Shower”) alternati a periodi di sole cocente. Diciamo che l’ombrello è indispensabile.

La metropolitana unisce bene tutte le varie zone della città, che viene divisa solitamente in zona 1, zona 2 e zona 3. 
Io alloggiavo al hotel “Park Plaza Victoria”. Esso è ubicato in una zona centrale della città che permette di arrivare a piedi sia a Buckingham Palace che al Big Ben (circa 15 minuti di cammino per entrambi). Ma di entrambi i monumenti parlerò più avanti.


Un pezzo di strada è uguale per entrambi i monumenti e in essa si trova la Chiesa Cristiana di Westminster. Qui l’ingresso è gratuito e viene celebrata la messa regolarmente. Il quartiere di Westminster dove sorge la chiesa viene definito dai londinesi una città nella città, difatti, per motivi storici, essa gode dello status di city, benché in realtà sia solo un quartiere molto esteso.

Mentre poco più avanti, quasi di fianco al Big Ben si trova l’Abbazia di Westminster, chiesa di religione anglicana in cui si sono sposati i reali d’Inghilterra. Qui l’ingresso è a pagamento e gli orari sono dalle 9:30 fino alle 15, e la domenica viene svolta una celebrazione. Il tour interno all’abbazia dura 90 minuti e c’è una guida dedita a spiegare la storia di questa monumento risalente al 960 D.C. 


Londra ha molti musei (impossibili da visitare tutti in sette giorni) ma, almeno secondo me, il più rappresentativo e quello che mi ha incuriosito di più è stato il Madame Tussauds. 


Facilmente raggiungibile in metropolitana, io ho preferito arrivarci in taxi. I taxi sono macchinine dei più svariati colori con il guidatore davanti e cinque posti dietro per garantire comodità e riservatezza al cliente (era la prima volta che salivo in una macchina con la guida a destra e ogni volta che vedevo altre macchine, ostacoli o svincoli mi prendevo di panico).

Ci sono diverse file per entrare in base al proprio biglietto, ma, almeno un’ora di attesa c’è per tutte le file, anche se quelli che devono comprare il biglietto lì aspettano molto di più. Io avevo acquistato i biglietti in Italia e ciò si è rivelato una mossa vincente. 

All’interno ci sono molti personaggi famosi, dai grandi autori alla famiglia reale, passando per gli attori, le pop star e le figure religiose di spicco.


Un’altra attrazione a cui ho partecipato è stata una crociera sul Tamigi, il fiume principale di Londra. Ci sono varie crociere con vari arrivi e varie partenze. Io sono partita da Tower Pierre e sono arrivata a Greenwich, dove ha sede l’osservatorio. Abbiamo fatto una piccola sosta davanti a Tower Bridge, famoso ponte mobile la cui torre veniva utilizzata nell’antichità per rinchiudere e uccidere i prigionieri.

Avevo preventivamente accennato a Buckingham Palace, luogo dove risiede il sovrano di Londra. Correntemente la Regina Elisabetta 2ª. Esso è situato attorno a due parchi, il cui più importante è il ST.James Park in cui sono presenti molti animali tra cui cigni di proprietà della regina. 

Ultima attrazione ma non per importanza è la London Eye. Una ruota panoramica alta 135 m da cui è possibile ammirare tutta Londra. Per questo il nome tradotto è :”l’occhio di Londra”.


Letterariamente Londra ha avuto molti artisti tra cui William Shakespeare e Oscar Wilde, i miei autori preferiti subito dopo Pasolini. Quindi, dopo questa introduzione alla città di Londra, ho intenzione di iniziare una serie di recensioni sulle opere di questi grandi autori.

Spero che la mia idea vi piaccia e che questo off-topic possa essere stato utile. 

Alla prossima,

Lea.

Annunci

10 pensieri riguardo “Vacanze Londinesi”

  1. When a man is tired of London he is tired of life come diceva l’illustre Samuel Johnson. E’ una città davvero stimolante, molto. Non so se se stata alla National Gallery in Trafalgar Square. Ci sono i Girasoli di Van Gogh in buonissima compagnia. E i mercatini? Non sono un gioiellino? Ti è capitato di visitarne qualcuno?

    Piace a 1 persona

    1. Mai frase fu più vera di questa. Purtroppo non ho fatto in tempo a vedere molto ma conto di tornarci e fermarmi più tempo per poter ammirare Londra in tutte le sue sfaccettature. 😊

      Mi piace

    1. Nei giorni in cui sono stata io ha piovuto tutti i giorni, ma, come ho specificato nell’articolo, non era una pioggia continua ma veniva ed andava, alternando a momenti di sole :). Se ci sono inesattezze mi scuso ma il mio non è un articolo professionale ma solo uno spunto per chi magari vuole fare una vacanza divertente.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...